Coppa Italia, un Milan in costante miglioramento

Le pagelle di John Templar

Coppa Italia 2019-20, Semifinali andata MILAN-juventus 1-1 61′ Rebic, 91′ Ronaldo (r)

Ottima partita dei ragazzi, che confermano il costante miglioramento e confermano per 90 minuti l’ottima condizione vista al derby, a parere mio non solo nei primi 50 minuti. Pubblico delle grandi occasioni a San Siro per questa Semifinale di Coppa Italia. Oltre 70mila spettatori, 60mila dei quali saranno aggiunti alla lunghissima lista di testimoni di questo processo che dura da cinquant’anni. La partita vede la Juve traccheggiare. Palleggio sterile, mai pericolosa, perché controllata bene dai nostri. Il Milan è squadra ben messa in campo, corta, ordinata che prova più volte la conclusione a rete. Benissimo il playmaker Ibrahimovic, fino a quando non entra in riserva, benissimo Rebic autore del gol senza un vero ruolo, ma devastante.

Bene Calhanoglu sopratutto in copertura. Cominciamo giocare e dopo mesi troviamo anche un ottimo Kessiè che pressa ovunque ed è finalmente veloce nel ripartire. Benissimo Bennacer ormai vero leader del centrocampo e bene anche Hernandez, padrone della fascia sinistra ma troppo irruento tanto da essere espulso e saltare il ritorno alle Vallette. Bene i due centrali in difesa e, citazione a parte merita il tanto criticato Calabria che annulla Ronaldo. Tutto questo verrà poi vanificato dalla “Giacchetta Nera”.

Le pagelle


Donnarumma S.V.: Un solo intervento in 95 minuti

Calabria 7: nessuna colpa sul rigore, annulla Ronaldo e prova anche una pericolosissima conclusione

Kiær 6,5: ordinato

Romagnoli 6,5: chiude benissimo e spesso da lui cominciano le ripartenze

Hernadez 6,5: un massacratore della fascia. Inarrestabile, grande foga (fin troppa). Mezzo punto in meno per l’espulsione.

Castillejo 6,5: come sempre grande impegno. Un prezioso Jolly che esce stremato come sempre

Kessiè 7: grande prova. Piaciuto moltissimo.

Bennacer 7,5: Faro del centrocampo. Tocca un’infinità di palloni ed è sempre lucido. Un vero leader anche se giovanissimo.

Rebic 7,5: la sua incursione che porta al gol è devastante.

Calhanoglu 6,5: lavoro oscuro per il turco. Sbaglia un paio di calci da fermo, ma nel suo vero ruolo è un giocatore rigenerato.

Ibrahimovic 7: da 8 nel primo tempo. Vero faro della squadra, ma con una tenuta limitata, purtroppo.

Pioli 7: non ascoltarli e continua così

John Templar ha seguito il Milan dal vivo in quasi 1000 partite dagli anni del ‘piccolo diavolo’, ai cicli trionfali di Sacchi, Capello e Ancelotti. Sempre con la stessa passione per i colori rossoneri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.